Crampi muscolari

Cos’è un crampo? Il crampo muscolare viene definito come una contrazione violenta, dolorosa e improvvisa di un muscolo. Esistono vari tipi di crampi: quelli associati all’attività fisica, alla gravidanza, crampi notturni, da farmaci, crampi dovuti a disordini metabolici e ormonali e quelli associati a patologie neurologiche. In questo articolo affrontiamo i crampi dovuti all’attività fisica.

Da cosa è causato? I crampi sono veramente causati da uno squilibrio di sali e acqua? Non direttamente. E’ stato infatti visto che i crampi possono essere indotti elettricamente sia in persone disidratate e non. Qual è allora il fattore scatenante? La fatica muscolare! In questa condizione il muscolo sta lavorando in una posizione accorciata, causando l’instaurarsi di eventi neuromuscolari che portano alla contrazione involontaria del muscolo stesso (riflesso autonomo spinale). Mancanza di ossigeno, squilibri idro-elettrolitici (con grosse perdite di acqua, potassio, sodio, magnesio e calcio) e aumento di acido lattico, non sono direttamente responsabili dei crampi, ma favoriscono l’aumento della fatica muscolare!

Come si possono prevenire e come vengono trattati? Alla luce di quello che abbiamo appena visto, è molto importante prevenire la fatica andando ad agire sugli elementi che la scatenano: idratarsi adegautamente, evitare l’ulteriore contrazione muscolare in una posizione già accorciata, potenziare quei muscoli che coadiuvano l’azione (muscoli sinergisti) e permettere la fisiologica e corretta coordinazione dei muscoli in contrazione e allungamento durante un’attività. Nel caso in cui  avvenga il crampo bisogna intervenire con allungamenti e stretching al fine di ripristinare i corretti meccanismi neuromuscolari. Va però tenuto presente, che la ripresa dell’attività subito dopo lo stretching potrebbe condurre nuovamente a una condizione favorevole al crampo: il muscolo è già sofferente e necessita di un riposo prolungato in base all’intensità del crampo.

Per tutti gli altri tipi di crampo, si consiglia una visita medica.

2018-03-09T16:59:57+00:00

Leave A Comment